Dietro l’orizzonte

cielo notturnoI primi cieli azzurri dopo una lunga fila di giornate uggiose fanno quasi spavento. Sembra che i pensieri vadano a perdersi insieme allo sguardo, oltre l’orizzonte, fuori dal tuo personale deserto dei Tartari.

Così, pur non sapendo come, dove o quando, sei di nuovo lì a sognare di poter raggiungere quel non-so-che per il quale saresti disposta anche a rinunciare agli agi di una vita tranquilla, che si dipana su percorsi già conosciuti, con l’imprevisto ridotto al minimo. Che poi lo sai che l’orizzonte non si raggiunge mai, figurarsi superarlo. Ma già il solo pensare di andare a scovarli, i Tartari, invece di aspettarli arroccata nella fortezza, mi sembra un passo avanti.
“Life begins at the end of your comfort zone”, ha detto qualcuno. Sarà vero? Direi di sì, non posso negare di averlo ormai sperimentato più volte.  Solo che te ne accorgi davvero solo quando nella zona di comfort ci rientri e, a starci dentro, poi si fa l’abitudine…

Annunci

Lascia una risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...