Incontro fortunato

L’ho incontrata durante la pausa dal lavoro, mentre ciaspolavo sul sentiero che parte subito dietro casa, dentro ad un paesaggio di un bianco rotondo da cartone animato. Camminavo già da un po’ ed ero assorta nella fatica di ogni passo che sprofondava nonostante le ciaspole e abbacinata dal riverbero del sole sul manto nevoso. E’ spuntata fuori all’improvviso, da uno slargo tra gli alberi inondato di luce e ho capito subito che era lei. Questa volta non è scappata via, come pochi giorni fa a Bologna, lasciandomi nel dubbio di essermi sbagliata. Questa volta ne sono sicura, era lei, la PRIMAVERA. neve soleE’ rimasta con me per tutto il tragitto cinguettandomi dietro e gorgogliando nei mille rivoli di neve che si scioglie e va a  ingrossare i ruscelli. Era persino negli occhi dei tre caprioli che ho incrociato sul sentiero. Mi ha seguito fin su ed è ridiscesa con me, sollevandomi dalla fatica di una neve pesante come solo in primavera può essere. E’ ancora qui, mentre scrivo queste righe, prima di rimettermi a lavoro. Mi fa compagnia e ha detto che non se ne va più, al massimo si assenta per un po’.

Annunci

  1. Dimmi che è vero…. non sai queste parole come mi rendono felice…. Non vedo l’ora anche io di capire che finalmente è lei ma sopratutto che non mi giochi lo scherzo di farmi credere che è lei e poi se ne và di nuovo. Sarebbe una delusione cosi grande ora che ne ho cosi bisogno di lei…. la PRIMAVERA….

  2. ma questo è un ragionamento da canoista! Vedi bene che nel post ho nominato ruscelli, ma non i torrenti… ormai sono sderazzata

  3. Dalla finestra dell’ufficio vedo i rami di un acero negundo, per mè è quasi una bestemmia, una specie insulsa come l’ailanto, và beh, però questa pianta di oltre 6 mt., messa a dimora la primavera scorsa, comincia ad ingrossare le gemme, ad ogni giorno che passa, mi stà più simpatica. Alcune gemme ora sono fiori, domenica nel giardino di mio padre, ho trovto una violaciocca fiorita, la settimana scorsa un camelia sempre in giardino che si stava già spogliando dei fiori, altrochè se è primavera! Non lasciamoci ingannare dalle nuvole, dal freddo, dalla neve, quando esce il sole l’asfalto fuma!
    Merli, cincie, codirossi, si affollano nei cespugli, cinguettando, il loro richiamo d’amore è primavera.

  4. Allora non era un miraggio! Tutta la fatica di una giornata di triplice accudimento dei pargoli con amici al seguito, nei vari impegni quasi mai indispensabili ma purtroppo presi in momenti di ottimismo….mi era appunto sembrata sciogliersi al sole di raggi nuovi, diversi. “E’ arrivata la primavera, ho pensato, è fatta”, ma il sole era quasi al tramonto e il dubbio che fosse solo una mia illusione era rimasto….ora non più! Grazie

Lascia una risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...