I primi giorni

Sole, sabbia, fiume, mate, cani, vino, poesie e SONNO!!!! Non necessariamente nell’ordine, queste sono le parole che caratterizzano queste prime settimane da espatriata. SOLE forte, caldo, secco, impietoso, ma mille volte meglio del caldo umido che conosciamo. Qui e’ uno dei pochi posti dove la temperatura percepita e’ piu’ bassa di quella di reale! In montagna poi, a Potrerillos, si sta benissimo.

SABBIA, terra, polvere ovunque. Nei vestiti, nei capelli, nelle scarpe, nel fiume. Tanto piu’ se passi il tempo a spalare foglie secche e tagliar rovi nella nascente base rafting di SER_O (da ser o no ser… dubbio amletico in spagnolo)

FIUME Tanto, grande, ma per ora sempre con linee facili da fare per evitare buchi giganteschi. MARRONE di terra, ma appena l’acqua entra nel lago si deposita e ridiventa azzurra. Lago in cui ho nuotato facendomi riprendere, tanto per cambiare, dai guardacosta, perche’ esta prohibido nadar! Ma io faccio finta di parlare solo tedesco e allora? NO SWIM!!!

CANI Piu’o meno senza padrone, affamati, infestano la base di SER_O. Abbaiano tutta la notte e se agarran todo lo que lasciamo in giro. Caccia alle ciabatte quotidiana!

VINO Mendoza e’ la capitale del vino e non si scampa. Per fortuna per le guide e’ troppo costoso, cosi’ a Potrerillos mi salvo. Dal MATE no pero’, e comincia a piacermi, questo the condiviso in ogni momento della giornata.

POESIE E mentre stai spalando foglie, rovi e rifiuti, sporca come non so cosa (le unghie non torneranno mai piu’ bianche!) una delle guide scopre che sei laureata in letteratura e si entusiasma, perche’ lui e’ un poeta, con tanto di libro pubblicato, e sta leggendo Ungaretti, e discuti un’ora sulla differenza tra immenso e immensita’ in una commistione di italiano e spagnolo fantastica, rastrellando foglie, spalando foglie, bruciando foglie, che stanno per terra non sugli alberi come d’autunno… La sera si prende l’autobus e si va a Mendoza per la presentazione di un libro. Al rientro in ostello, dopo mezzanotte, stanno ancora mangiando l’asado… prima delle due non si va a nanna. Io pero’ continuo a svegliarmi alla mia ora e il SONNO si accumula. Qui vivono di notte, ma poi fanno la siesta…ma io? Mi abituero’!

Lavoro gratis, vivo da selvaggia piu’ che tra i Selvaggi dell’Onda… Per ora giro poco, un po’ scendo in fiume, molto mi rilasso, perche’ questo posto “tiene una muy buena onda…” che non e’ quella del fiume!

>> Articolo successivo

Annunci

Lascia una risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...