Il tradimento del canoista

Purtroppo accade e puoi farci poco
quando si accende un altro fuoco,
quando è qualcuno a dare la scossa
più forte di quella dell’acqua mossa.

Chiamiamolo amore, passione, pazzia,
quello che arriva e ci porta via
un altro compagno di tante avventure
che ha condiviso entusiasmi e paure.

“Mi dispiace, oggi non vengo
esco con lei, sapete, ci tengo.”
“Domani non posso, andate voi,
sono invitato a pranzo dai suoi.”

“La cosa è seria, allora, accidenti
se hanno coinvolto anche i parenti!”
“Ma no, sta solo tenendola buona,
vedrai quando arriva la bell’acquona!”

Infatti viene, ma è sempre di fretta,
“torniamo presto, che lei mi aspetta!”.

Noi già conosciamo questo copione,
con tutte le scene in successione:
La porta con sé, lei aspetta e sorride,
e ci accoglie allo sbarco con lo sguardo che uccide.
D’estate, col caldo, c’è l’ultima chance,
si va fare un corso sulla Durance!
Però non le piace, fa fatica, ha paura,
e tutti sperano in una rottura…
Ma è lei che trionfa, e la prova più vera
è che Ferragosto lo fanno in riviera!

E’ allora che il gruppo, con grande sgomento,
accetta sconfitto il tradimento.

<< Raduno WWW

Annunci